Primo Maggio coi caloriferi accesi

Siamo finalmente sdraiati sul divano, io e papafigo, senza figli.

I Flinstones sono andati al pranzo della Prima Santa Comunione di Minicol, l’amico di Trogol, appassionato anch’egli di videogame, anch’egli fratello maggiore di una fresca novenne amica di Ciccinabella.

Il weekend ci ha lasciato una multa da pagare e un inizio di gastrite. Multa presa il pomeriggio, a Trenno, municipale de Milàn sempre efficientissima a sanzionare 59,50€ per un parcheggio su un marciapiede largo 3 metri dove ci passavano lo stesso 3 carrozzine per gemelli siamesi, ma d’altronde la città ha bisogno di noi. E’ andata peggio agli amici di mammagnocca che si son trovati il vetro frantumato del tettuccio dell’auto! Ma che energia negativa c’è???

Tanto piacere a rivederli: la Byna e il Waso, anch’essi portatori sani di prole, prima la fiouela e poi il toso. Peccato che i nani non si siano incontrati fra di loro, la routine della nonnademilàn non prevedeva che li prelevassimo! Dovevano tornare a casa per fare il bagno in un vasca piena di bolle, lusso che la madre non gli permette! Sei fuori la vasca piena? Per mammagnocca è uno spreco d’acqua! E tutto quel bagnoschiuma costa! Basta un goccino e mischialo con un po’ d’acqua per farti lo shampoo!
La mania di risparmiare sta dilagando? No! In Africa c’è chi non ha mai fatto un bagno caldo, non dico di emularli ma farlo tutti giorni è uno spreco, la doccia basta e avanza!

La cena dalla sorella Gegia e dal Cione hosempreragione aveva come piatto forte un buonissimo risotto agli asparagi, per la felicità di mammagnocca che vorrebbe mangiare solo verde ed essere pura e disintossicata. Peccato che c’era anche il mitico aperitivo del Cione che anestetizza tutte le papille gustative e ubriacandoti al primo sorso ti fa dimenticare di essere a dieta e apre una voragine colmabile solo con focaccia farcita col salame di culatello, mandorle spennellate di uovo e tostate col sale, e infine salatini di sfoglia della pasticceria Ranieri di Cordusio i quali contengono una magia: appena assaggiato il primo devi divorare tutto il cabaret il prima possibile! E dalla famigerrima pasticceria sono arrivati, dopo il risotto e il formaggio, i pasticcini e una crostata al cioccolato! ERA TUTTO BUONO anzi OTTIMO allora perché ci siamo svegliati a turno ogni ora? Abbiamo stabilito che dormire coricati sul fianco destro fa fare bellissimi sogni, sul sinistro si hanno grandi possibilità di avere un incubo.

Alla fine papàfigo è tornato in macchina con la prole, per portarli al pranzo con gli amichetti, mentre mammagnocca in metropolitana, si dirigeva verso un corso di Yoga.
Ma da Lotto ad Amendola un pensiero di pancia le ha fatto cambiare idea, non si può praticare oggi, il Primo Maggio coi piedi bagnati perché indossi le scarpe estive, fuori piove e il tuo divano è a casa da solo con tuo marito… la tisana depurativa ti aspetta e dovrai digiunare per 3 giorni se vuoi tornare a pari con le calorie ingerite! Ora aspetta mezz’ora in stazione il treno per tornare a casa!

Ascolta il tuo corpo, non puoi esagerare con l’attività sportiva anche oggi.

Ascolta il tuo portafoglio, hai preso la multa non ti puoi permettere di spendere anche oggi.

 

Mi dispiaceva non aver fatto la pratica intensa di oggi con delle splendide anime ma una voce mi ha detto di no! Oggi provo ad ascoltarla e mentre aspettavo il treno per Provence, in stazione sotto la pioggia, col mal di pancia, ho visto quanto io sia fortunata a scegliere di tornare a casa…

20160501_125722

 

TAGS

Un’accozzaglia

I pensieri in testa

I vestiti sulle sedie

Le parole dette

Le parole scritte

I pensieri in testa

E di conseguenza è tutto un’accozzaglia, difficile mettere ordine, ma ci si può provare… ad esempio ascoltando solo UNA delle mille voci che si hanno in testa.

E così voglio fare: mettere ordine.

Sulle sedie, su questo blog, sulla mente.

mandala

TAGS

La bellezza ai tempi di Instagram

Mammagnocca non si è scelta il suo nickname perché si sente una gran figa, certo in rete le piace pensare in grande, anche se non ha 1k di followers e anche sul suo blog i commenti non superano mai i 2! (no dai a volte capita!)
Quindi molto umilmente vorrebbe che i numeri crescessero ma senza l’arroganza di essere seguita perché gran gnocca, ma perché il messaggio che vuole comunicare è quello della bellezza dell’amor proprio!

Il nick mammagnocca, forse  ve l’avevo già detto, nasce per far dispetto a papàfigo, colui che scriveva il suo nome sui muri della scuola accompagnato dall’aggettivo FIGO per far colpo sulle ragazze. Da lì la mail nomefigo@libero.it e dal ritorno dall’Africa, continente dove si sono conosciuti quattordici anni “ah si tu sei abbreviazionenomefigo? Allora io sono abbreviazionenomegnocca!” Lui poi ha cambiato mail con abbreviazionenomeannodinascita lei ha tenuto per un po’ la mail per poi passare ad un classico nome.cognome!
Uffa perché perdo tempo con ste cose un bel chissenefrega lo sento forte e chiaro

Da una parte c’è la ragazza che si è spesso sentita succube degli uomini, che le dice: “vedi neanche un nick del cavolo da sola sei riuscita a sceglierti!” alla quale risponderei “Si e allora? Lui mi ha dato l’idea e lui è il mio uomo! Cosa c’è di più romantico che i soprannomi coordinati?” 
Dall’altra c’è la donna sicura di se stessa e un po’ maschiaccio dentro che ricorda che il suo nick era FANTASTIKKA, per deridere i vari Fantasheva, FantaAlex ed un po’ audace se si conosce lo slang che abbrevia lo STIKAZ’… quindi Fanta che? Stika…
E anche qui divulghiamo col discorso… ma chissenefrega o vuoi dire chi si piglia si rassomiglia! 

Il messaggio è siate sincere con voi stesse ma non siate ipercritiche: della serie ho un bel culone grosso; ok è grosso ma è anche bello! Ho gli occhi piccoli e i capelli crespi? Ma ho delle belle labbra e un sense of humour niente male!

Sui social vediamo donne bellissime, toniche, bionde, more, fighe coi capelli lunghi voluminosi e lucidi, mentre i nostri sono lucidi solo da sporchi? No! Ovvio che con un buon filtro accentui le ombre che ti snelliscono e abbassi il contrasto che ti evidenzia le rughe! Ma non è la realtà!

La verità è che dobbiamo imparare ad amarci per quello che siamo (delle rompicoglioni?) No! Evitando di esser troppo perfezioniste, non prendendoci troppo sul serio ma anzi un po’ in giro! O usare lo specchio ondulato dell’ikea per farci i selfie tagliando le culotte de cheval, le maniglie dell’amore e il grasso che ci esce dalle braccia! 😛

Un esercizio che mi ha fatto fare una maestra di yoga è quello di pensare ad una parte del proprio corpo che si piace molto e ripetere nella nostra mente quanto fosse bella quella parte del corpo e quanto belli siamo noi che possediamo quella parte! Magari vi può aiutare…

Innamorarsi di se stessi è l’inizio della più duratura storia d’amore che ci possa essere!luca

TAGS

Il Galateo del Social Network

SocialMedia-2-opt

Se non avete Facebook o Twitter, se non instagrammate  o pinterate una foto smettete pure di leggere tanto che ve ne frega a voi! Oppure continuate se volete avere un’idea di come comportarvi nel mondo virtuale dove altri vi leggono, vi guardano anche se non commentano o mettono mi piace.

Mammagnocca vive abbastanza bene sul social network, principalmente Instagram e Facebook, perché in generale non si lamenta mai troppo pubblicamente, evita di pubblicare foto scioccanti o impressionabili e a parte qualche posizione di yoga poco riuscita, posta principalmente robe che fan ridere o che possono essere utili all’umanità a parte qualche posizione di yoga poco riuscita!

Ma certe cose proprio non le tollera, proviamo ad enumerarle e a vedere se anche a voi turbano particolarmente.

1. Gli errori ortografici, grammaticali, insomma la linguistica. Non dovete scrivere un tema lungo un foglio protocollo quindi piccole frasi come quanti hanni ai o evviva vado ha far shopping non sono refusi, sono dimostrazioni che siete capre ignoranti! Se volete comunicare col mondo fatelo senza creare sensi di nausea, vomito immediato o nel minore dei casi pelle d’oca. E non ho parlato del congiuntivo poiché ahimè defunto.

2. Non lamentatevi sempre. Il governo è ladro si sa. Ripeterlo tutti i giorni non lo renderà più onesto!

3. Non pubblicate foto o video che potrebbero impressionare un bambino. E’ vero i bambini non dovrebbero stare sui social network ma ormai qualsiasi dispositivo ha Facebook installato di default ed è un attimo cliccare sul display aprendo una notifica e alla meno peggio vedere un cavallo che partorisce mentre un cane gli lecca il buco del culo! Grazie è la natura ma c’è chi preferisce avere visioni più tenui della realtà. Quindi NO a maltrattamenti vari di animali, donne, bambini! Lo sappiamo che per fare i wurstel tritano i maiali interi, mostrarlo in diretta non ne cesserà la produzione.

4. Evitiamo di taggare ogni giorno 45 persone su una foto di Mafalda o Silvestro con frasi tipo Buon Mercoledì. Se il motivo è quello di far visualizzare da più persone il post, allora il contenuto dev’essere interessante.
Taggatemi se avete trovato una Nutella senza l’olio di Palma che se mangiata in abbondanza faccia crescere solo le tette, altrimenti NO GRAZIE.

5. Evitate di taggare in foto persone venute male. Se vi sembrano bellissimi, in forma, coi capelli perfettamente in ordine e il make up intonso chiedete con un messaggino privato: sei venuto da Dio qui, che dici ti taggo? Altrimenti se voi siete venuti bene e l’altro è una merda potete pubblicarla lo stesso la foto, perché lo stronzo che è in voi deve venire fuori, ma almeno la decenza di non sputtanare l’amica con gli occhi storti, rossi, le occhiaie e il culone… solo in quella foto venuta male, in realtà è una gran gnocca!

6. Qui il suggerimento non è per i semplici privati ma per coloro che vogliono indirizzare il pubblico sui propri siti sponsorizzati… BASTAAA! Esempio: Volete scoprire il segreto per dimagrire? E devi aprire un’altra pagina che ti fa partire un video con l’audio a cannella che non riesci a stoppare se non arrestando il sistema… oppure devi far scorrere dieci slide di foto e dopo ogni singola foto chiudere otto banner pubblicitari per leggere che l’acqua e limone bevuta al mattino ti fa andare a cagare. Esempio Volete scoprire il segreto per dimagrire? Prendete le anfetamine questo sarebbe un annuncio ideale.

7. L’immagine del profilo dev’essere la vostra! Non dico di metter la fototessera che avete sulla carta d’identità ma il gattino, il bambino o il vostro quadro, cantante, fiore o libro preferito non siete voi. O accedete col nome Vasco Rossi, Petunia, Cicciobello o Fufy oppure se c’è il vostro nome metteteci la vostra faccia!

8. L’immagine di copertina è una foto orizzontale. E non voglio dire altro!

9. Se state lì a guardare tutto e non mettete mai mi piace, quando incontrate dal vivo una persona che vi racconta: “Sai sono andato a mangiare la polenta cunscia” vietato dire “Si lo so ho visto buonissima!” O mettete mi piace ad una cazzo di foto o fate finta che quel giorno eravate offline in un kibbutz senza wi-fi e non avete visto le foto. Siate falsi se no passate per spioni invidiosi e gelosi, cioè per quello che siete.

9bis. Evitate di mettere mi piace a tutte le foto, i post e i commenti di una persona, questo è stalker o è paranoico, state palesemente leccando il culo ed è fastidioso! Mamme smettetela di fare i complimenti ai vostri figli su ogni post, è palese che vi piacciono, li avete fatti voi, sappiate che i vostri like sono imbarazzanti per loro.

10. Siate gentili, siate generosi, è un click non un bonifico ad Equitalia, non costa niente! Non insultate gente che non conoscete… Scrivere PEZZO DI MERDA ad un video che mostra la vivisezione non vi fa insultare chi se lo merita, fa solo leggere e fomentare odio. Evitate la bruttezza, sempre.

10bis. Ultimo ma non per importanza: è un social, non la vita reale! Volete trovare degli amici, la donna, un panda? USCITE! Essere famosi in rete è come essere ricchi coi soldi del Monopoli diceva qualcuno.

TAGS

Mille cose da fare

Trogol: “Mamma a me piace stare fra la gente e gridare forte “BANANA”!”

Ciccinabella: “Mamma ma tu mi vorrai sempre bene anche se prendo 5 in italiano?”

Mammagnocca: “Sì bambini ma ora dormite è tardi!”

Ciccinabella: “Mamma noi siamo ricchi?
Noi siamo ricchi di soldi del cuore!”

Trogol: “Mamma ma Caparezza come si chiama?”

Mammagnocca si scioglie quando è in mezzo nel lettone a far i discorsi della buonanotte con i Flinstones, lei comincia alle nove meno dieci a dire andiam a lettoooo… perché in realtà si addormenterebbe volentieri prima! E infatti il primogenito si lamenta sempre dicendole:
“Sei stanca tu e dobbiamo andarcene a letto noi!” e ha ragione!

Per un bambino la routine è importante! E non può assolutamente sballare troppo … sarebbero tre giorni di delirio ripristinarla con tutta la fatica che ho fatto e fra molti mesi la genitrice varcherà la soglia dei quaranta, vorrebbe meno sbattimenti e l’ideale sarebbe essere sempre più Rottenmeier se no che gusto c’è!

La verità è che almeno ci parli un po’ con sti esseri generati da te, senza uno schermo del pc, della tv o del cellulare davanti, senza vedere che apre la bocca mentre mastica o che non ha messo la doppia SS scrivendo FICHISIMO Cribbio non lo senti l’ISSSSIMO? 

Tutte brave a dire i mestieri li puoi fare domani i figli son piccoli ora, io ci parlo mentre pulisco il bagno, la cucina, piego e stendo i vestiti e COS’HAI DETTO? Aspetta che finisco di passare l’aspirapolvere!

Si cerca di coinvolgerli sempre, molto spesso col ricatto, per ora aiutante Trogol ha rotto due bicchieri e una tazzina, aiutante Ciccinabella ha schiumato i sanitari del bagno di sgrassatore e ha portato poi la spugnetta del bagno in cucina… Per fortuna son di colori diversi e subito mammagnocca l’ha riportata in bagno… ma che faticaaa!!!

E si lamentano che alle nove voglio andare a letto!

Facile dire fai poco tutti i giorni… e il sabato non ti ridurrai a fare tutto!  Si così alla fine un paio di ore al giorno sgobbi come una disperata per avere sempre il lavello lucido, i letti fatti, i pavimenti puliti, il cesso disinfettato e le lenzuola stirate! Che palle essere donna!!!
E magari sabato esci! E se i mestieri non li hai fatti aspetteranno ancora… la polvere è uguale o forse di più… di vestiti ne hai pieno l’armadio così magari li fai girare un po’ piuttosto che metter sempre le stesse cose!

Mammagnocca parla dopo aver appena finito di pulire il bagno, lucidare l’acciaio dei fornelli e messo su una camomilla, alterna giorni di vecchiataggine acuta con la pezzolina in mano a weekend di adolescente alcolizzata vestita da cane in giro per il paese a festeggiare! Per fortuna che sabato viene la nonnademilàn a riordinare la scrivania dello studiolo piena zeppa di vestiti piegati e impilati, lavatrice dopo lavatrice… perché secondo leggi fisiche si stirano meglio e si trovano subito!

Ce la faranno i nostri eroi a far tutto? L’importante è il viaggio non la destinazione! :)

 

TAGS

Link mega utilissimi per il 2016

La Brava Spusa dovrebbe avere sempre la casa pulita, i capelli in ordine, il frigo pieno di cibi salutari e i bambini educati!

Mammagnocca ci prova:

– la casa ha uno stanzino dove imboscare i cadaveri: ogni tanto c’è la tentazione di chiudere quella porta dopo avervi gettato una bomba ma dovrebbe ricomprare tutti i vestiti e non è ancora diventata multimilionaria!

-il suo caschetto regge qualsiasi condizione atmosferica, fa la doccia tutti i giorni ma il giorno dopo suda comunque saltellando sullo step o stando a testa in giù per far yoga, quindi difficilmente i suoi capelli son sempre in ordine. Vorrebbe brevettare un frullato alla lacca ma ha ancora paura di morire.

-la nutrizione è bipolare: non manca mai la frutta ma neanche la Nutella, gli spinaci e le patatine PiùGusto al peperoncino, il pesce surgelato e la pasta della pizza già stesa. Si dimentica a giorni alteri di comprare cose basilari: dal pane alla carta igienica.

-i bambini fanno i compiti sotto tortura, guardano la televisione mentre mangiano e giocano alla playstation incustoditi.

Quindi come ogni degna persona dovrebbe fare, i propositi del 2016, sono:
una casa ordinata, uno stile di vita sano ed un modello educativo per i figli!

Per ora il primo step… LA CASA ORDINATA! Giuro che da domani mi impegno… ho trovato questi siti meravigliosi che aiutano a mantenere alto il livello d’ansia e il controllo sulle cose 😉

http://nuoveabitudini.com/ è il nuovo nato di http://www.ordinata-mente.it/ ti insegna grazie a mille schemi in pdf come organizzare le pulizie, l’agenda e le spese grazie ad un meraviglioso kakebo

http://www.lacasalingaideale.it/ e http://flyladyitalia.blogspot.it/ sono altri due siti per maniache della pulizia ossessivo compulsive…

Si parte con piccoli step che dovrebbero diventare abitudini… se ci riuscite voi!
Tentar non nuoce dissero provando a bere la lacca 😛

TAGS

Non l’avrei mai immaginato

C’ho un mal di schiena che non… on… mi fa dormire
Da ieri l’altro ce l’ho… ho… voglio morire!

Purtroppo l’istruttrice di fitness e acquagym ogni tanto incombe in piccoli infortuni che le impediscono di proseguire la sua attività lavorativa: in questo caso il mal di schiena localizzato nella zona lombare la fa incazzare particolarmente perché oltre ad essere bloccata, rallentata e senza la malattia pagata; ha reso ancora più difficile ed estenuante la gestione della festa di compleanno della già settenne Ciccinabella! Perché una Madre anche con l’ernia al disco e con una gamba amputata non può esimersi dal ballare il Pulcino Pio o Soku Baci Vira.

Ma per fortuna l’animatrice ingaggiata da mammagnocca ha fatto giocare i bimbi di più con sedie, palle e mollette che ballato la baby dance… grazie BugsBerny!

La sfiga vuole che il fattaccio accadde appena prima della festa, alla fine dell’acquaticità neonatale, negli spogliatoi qualcuno lasciò la porta aperta, la maestra di nuoto subito accorse a chiuderla per evitare colpi d’aria ai bambini e sentì quel brivido percorrerle la spina dorsale, ma non ci fece caso.
Poi durante la lezione di yoga sentì la zona dei reni irrigidita, ma diede la colpa al ciclo mestruale, perché ovviamente quando hai un evento la legge di Murphy prevede anche il marchese a rompere la palle. Infine appena arrivati i primi invitati la festeggiata era talmente esaltata che le saltò in braccio e come loro usanza se salti in braccio alla mamma devi fare almeno 3 crunch addominali! E dopo di lei li ha voluti fare anche Trogol che pesa trenta chili ed il cugino Ino che fortunatamente è sotto i 18 chili!

La genitrice è andata dall’amica osteopata Valentina manoaassassina e la dottoressa le ha diagnosticato l’intestino fortemente irritato, a causa dei troppi latticini! Le terminazioni nervose sono collegate alla zona lombare, i più il colpo d’aria e lo sforzo muscolare intensificato… Inzomm’
Lo sapevo che la dipendenza dai formaggi portava all’overdose!
Quindi dieta disintossicante? Almeno eliminiamo tutti i prodotti caseari!!! 

TAGS

Life is wonderful

Mammagnocca ha optato per un pranzo a base di polenta e zola alle ore 11, molto prima dell’attività sportiva, almeno evitava l’effetto rutto silenzioso, dopo la serie di addominali. Così la sua dipendenza dai formaggi prosegue ma la sua lezione è un po’ meno pesante di quando mangia poco prima di allenarsi…
Voi direte ma mangiare dopo? Al cuor non si comanda figuriamoci alla bocca!

Ma questo era solo un aggiornamento, invece sono settimane, forse anni, che non smette di ripetersi che SIAMO FORTUNATI, la vita è meravigliosa, la sua, quella dei suoi figli, dei suoi genitori, dei suoi amici e parenti.

SIAMO STRAFORTUNATI, abbiamo una casa, un divano, un letto, l’acqua calda… e poi soprattutto abbiamo una famiglia: un coniuge che ci sopporta dignitosamente ama incondizionatamente (beh forse dai qualche condizione c’è!) e poi ci sono i figli che ci fanno impazzire danno mille soddisfazioni (anche con un po’ di ansia) e gli amici che ci scassano la minchia  fanno divertire (ma senza non staresti) e i parenti che ci stressano la vita rallegrano l’esistenza (quelli te li devi cuccare per forza quindi fatteli piacere!).

Non è per i fatti che sono accaduti a Parigi, perché nel 2004 è toccato a Madrid, nel 2005 a Londra, nel 2010 Mosca.

Mammagnocca ha sempre detto di essere felice… Perché cornuto è contento! Quindi si sarà autoconvinta, ma fidatevi funziona, è contenta per gli amici ed i parenti quando sente grandi notizie, piccole novità, insomma non è una rosicona invidiosa e questo mood che persevera nella sua testa si augura di insegnarlo alla prole, ai piccoli fetusi dei Flinstones che si stanno pian piano aprendo alla vita, ormai sono alle elementari!

E quando la sera si corica in mezzo ai due letti avvicinati, con il bordo del letto, in legno, che le sega in due la colonna vertebrale e i nani coi loro apparecchi le fanno la doccia quando parlano sputazzando, lei cerca sempre di avere parole positive e cariche di stima nei loro confronti.

Trogol è un piccolo Leopardi, non perché sappia comporre poesie ma perché è un attimo pessimista… ma ci stiamo lavorando, ovvio i problemi di linguaggio non aiutano a scuola, soprattutto con il ferro in bocca, la maestra dice che stava migliorando l’autostima, ma poi ha messo l’apparecchio e si è di nuovo un po’ chiuso, la Dentista dice che la logopedia è inutile, ma per mammagnocca l’importante è che sia un bambino felice… magari con i denti dritti ed una parlata fluente. Il bello del bambino è che è buono dentro, generoso, sicuramente ingenuo ma simpatico!
Ciccinabella invece è straottimista, e furba. A parte la gelosia nei confronti del fratello quando la mamma lo coccola, l’ostinazione e la testardaggine di ottenere quello che vuole, è una bambina vivace, balla da sola, canta a squarciagola, è un vulcano di energia, speriamo che la canalizzi positivamente!

E cosa si può volere di più dalla vita di una famiglia felice? Sarà che siamo in un epoca in cui ci sono più divorzi che matrimoni, più morti che nascite, ora in Italia i beautiful si ritengono trasgressivi ad essere ancora insieme per sempre, come i propri genitori e nel caso di mammagnocca anche la sorella e il fratello! Quelli di papàfigo sono più giovani…

Ma sarà che la felicità è una decisione e bisogna prenderla ogni giorno, sarà che l’adolescenza non ci ancora abbandonato del tutto, ogni tanto scoppiamo a ridere per poco e non ci fermiamo facilmente, sarà l’illuminazione spirituale alle porte o sarà il nero buono…

TAGS

I miei errori

Mammagnocca ha fatto un sacco di errori nella sua vita, e continua a farne! E li rifarà ancora?
Speriamo impari!!! Me lo prometto e me lo riprometto quasi ogni giorno, almeno una volta a settimana, anche due! Non mangiare prima di andare in palestra!!! 

Invece almeno due volte a settimana ci casca, che sia la pizza dal panettiere o la pizza dal kebabbaro… sempre di pizza parliamo? No beh anche di tortellini ai carciofi, agli asparagi o al gorgonzola!!! La dipendenza è una brutta bestia! Quella da carboidrati non parliamone, ma con la scusa che deve affrontare un’ora di OneKor NRG, una di ginnastica dolce poi la sera l’acquagym e magari sostituire la cena col frullato, la scusa è buona per farsi una margherita coi porcini (dal turco si chiama Milan! Sarebbe buona anche la Juve o la Inter tipo con crudo e funghi una con salsiccia e grana l’altra, ma la fede non si discute!)

Il frullato è veramente un degno sostituto del pasto per far attività fisica alla grande! E non è per far propaganda all’Herbalife ma cribbio ti alleni senza il minimo peso sullo stomaco e senza crampi da fame se hai mangiato solo un’insalata e una scatoletta di tonno! E se lo prendi la sera non hai neanche la voglia di spizzuliare su divano 4 wafer dentro lo yogurt o un pacchetto di patatine e una birretta! Stai sazio e la mattina ti svegli con una pancia piatta da urlo! 😉

Ricordiamoci che mancano meno di quaranta giorni al Natale e alle abbuffate che ci aspettano… perdere due tre chili a Novembre non fa mai male!

Gli errori si commettono e ci si pente, ma quanto è duro resistere alla tentazione di una brioches intinta nel burro prima di essere cotta e riempita di marmellata al lampone? Secondo me dentro ci mettono l’eroina perché quando senti l’odore o le vedi nella vetrinetta del bar ti salgono le palpitazioni!

Mammagnocca sperimenta anche sui figli la nutrizione salutista, ieri per esempio ha fatto il minestrone e ai bambini l’ha passato e ricoperto di grana e crostini, Trogol che è più obbediente e affamato l’ha mangiato tutto (lamentandosi) Ciccinabella invece faceva scarpetta coi crostini sulla superficie del piatto, pescando solo il formaggio grattugiato! E poi ha chiesto il dolce… come la mamma, se non finisce i pasto col dessert non è contenta!

Sono stufa di frullare verdura e mascherarla dentro sughi o polpette perché non si sgranocchiano peperoni interi sti figli??? Magari un domani diventeranno crudisti o vegani ed io mi lamenterò per altre cose… ma d’altronde facciamo tutti errori a tavola!

TAGS

Adesso lo faccio

La lavatrice è piena, le tazze della colazione sono in ammollo nel lavandino, i letti sono scoperti terreni di battaglia, il divano è un’accozzaglia di cuscini e coperte, il tappeto una via lattea di briciole… cos’altro? Ah bisogna ritirare i panni dallo stendino dall’altro ieri e cambiare le lenzuola certo, far partire la lavastoviglie e… BASTA?!?

Mammagnocca a volte vorrebbe uscire di casa al mattino e tornare la sera, come la maggior parte delle persone, ma rientrare a casa stanca dopo una giornata trascorsa in ufficio seduta e posticipare le faccende domestiche magari anche andando fuori a cena!

Invece ora si alzerà attaccherà lo stereo a palla con la musica di Star Wars Cantina e attiverà la modalità filippina ON.

Il mercoledì sera torna tardissimo e i nani mangiano con papàfigo, lui cucina e carica la lavastoviglie, ma non è che passa la scopa a terra o ripulisce i fornelli o fa andare una lavatrice… Non esageriamo! E’ già tanto che li va pure a prendere al post-scuola! Il giorno dopo mammagnocca è di corvè cucina, oggi ha avuto la sfiga di rovesciare il latte di mandorla sulla lavastoviglie, per ripulire si è staccato un pezzetto di elettrodomestico e ha visto cosa c’era sotto nooo quando vedi che è sporco devi pulire: è una legge o è un virus da debellare nella mente della donna?!

I Flinstones cominciano ad aiutare in casa sempre sotto ricatto e se il decoder è in pausa, sparecchiano traslocando semplicemente le robe dal tavolo della sala a quello della cucina, rifanno i letti solo rilanciando le lenzuola come peggio riescono e svuotano anche la lavatrice creando una pallottola di vestiti nella bacinella… tipo un mega cupcake, di solito mettono anche un calzino rosso sulla punta della torta come ciliegina!

Ma lei non si lamenta anche se alcuni vizi sono duri a morire, come per Ciccinabella l’essere presa in braccio dal letto al tavolo della cucina, quando mammagnocca la sveglia lei la abbraccia e non la molla più si aggrappa stile scimmia abbarbicata, dalla quale la madre non si può liberare, alla fine spegne e accende pure le luci con i piedi, piuttosto che staccarsi. Invece Trogol non riesce ancora bene a tagliarsi la bistecca, usa la destra per tagliare quando lui è mancino, ha perennemente gli occhiali con le impronte e quando ogni mattina la mamma glieli lava lui per spingerseli su se li rimacchia!!!

Ma ci vuole pazienza, tranquillità e una buona bottiglia di vino a cena!

Ora è tardi c’è GAG alle 13.00, mammagnocca farà tutto di fretta e furia come sempre e finirà i mestieri dopo il lavoro per poi tornarci e ritornare a casa per prendere i Mostri, fare merenda e riuscire di nuovo per portarli a Tennis!

TAGS